Monthly Archives: August 2011

Activities

Attività Mensili – Settembre 2011

Martedì 6 settembre
VISITA di ARTE: Il Centro storico
Appuntamento alle ore 14,30
davanti a scuola in via Faenza. Iscrizioni presso l’ufficio di coordinamento amministrativo (dipartimento di lingua italiana e arte, via Faenza, 43) entro lunedì 5 settembre. Minimo 5 partecipanti.
Mercoledì 7 settembre
FILM a scuola: Mediterraneo di G. Salvatores. Anno di produzione: 1991. Durata: 105’. Nel 1992 ha vinto l’Oscar come miglior film straniero. Trama: Durante la seconda guerra mondiale 8 soldati italiani hanno l’ordine di presidiare una piccola isola greca, apparentemente deserta, in mezzo al Mediterraneo. A poco poco gli 8 soldati si integrano con la popolazione locale e imparano a conoscere se stessi. La radio si è rotta e i soldati sono isolati fino all’arrivo di un piccolo aereo. I soldati vengono informati dal pilota dei grandi cambiamenti avvenuti nel mondo durante la loro permanenza nell’isola (3 anni!). Appuntamento alle ore 16,30 aula E.
Lunedì 12 settembre
SEMINARIO sul GELATO e VISITA a una gelateria fiorentina. Appuntamento alle ore 15,00 in aula Etruria (via del Giglio,15). Iscrizioni presso l’ufficio di coordinamento amministrativo (dipartimento di lingua italiana e arte, via Faenza, 43) entro Venerdì 9 settembre Minimo 3 partecipanti. Costo del gelato escluso.
Martedì 13 settembre
VISITA di ARTE: Il Quartiere dell’Oltrarno
Appuntamento alle ore 14,30 davanti a scuola in via Faenza. Iscrizioni presso l’ufficio di coordinamento amministrativo (dipartimento di lingua italiana e arte, via Faenza, 43) entro lunedì 12 settembre. Minimo 3 partecipanti.


Mercoledì 14 settembre

FILM a scuola: “Il Postino” di M. Radford e M. Troisi. Vincitore del premio Festival del cinema italiano. Anno di produzione: 1994. Durata: 112’. Sottotitoli. Trama: Con l’arrivo del celebre scrittore cileno Pablo Neruda, costretto in esilio in una piccola isola del mediterraneo, il postino Mario sente un forte richiamo per il fascino poetico dell’artista. Così, con la scusa della consegna della posta, riesce a farsi insegnare l’arte della poesia. Appuntamento alle ore 16,30 in aula E.
Lunedì 19 settembre
VISITA: Il quartiere e il mercato di San Lorenzo
Appuntamento alle ore 13,00 davanti a scuola in via Faenza. Iscrizioni presso l’ufficio di coordinamento amministrativo (dipartimento di lingua italiana e arte, via Faenza, 43) entro venerdì 16 settembre. Minimo 3 partecipanti.


Martedì 20 settembre

VISITA di ARTE: La Chiesa di San Miniato
Appuntamento alle ore 14,30 davanti a scuola in via Faenza. Iscrizioni presso l’ufficio di coordinamento amministrativo (dipartimento di lingua italiana e arte, via Faenza, 43) entro lunedì 19 settembre. Minimo 3 partecipanti. Portare 2 biglietti Ataf.


Mercoledì 21 settembre

FILM a scuola: “Caro Diario” di N. Moretti. Anno di produzione 1993. Durata 100’. Trama: Il film é diviso in tre episodi distinti. Nel primo il protagonista gira in vespa per le vie di una Roma estiva. Nel secondo decide di raggiungere un amico a Lipari. Nell’ultimo, ricostruisce le tappe della lotta contro la malattia di cui ha sofferto per un anno Appuntamento alle ore 16,30 in aula E.


Martedì 27 settembre

VISITA A PALAZZO PITTI
Appuntamento alle ore 18,30 davanti a scuola in via Faenza. Iscrizioni presso l’ufficio di coordinamento amministrativo (dipartimento di lingua italiana e arte) entro lunedì 26 settembre. Minimo 3 partecipanti.
Mercoledì 28 settembre
FILM a scuola: “Roma città aperta” di Roberto Rossellini. Anno di produzione 1945 Durata 103 minuti. Trama: Primo episodio della trilogia neorealista di Rossellini, “Roma città aperta” è universalmente riconosciuto come un capolavoro, una sorta di film-simbolo del Neorealismo. Il film si ispira alla storia vera di don Luigi Morosini, torturato e ucciso dai nazisti perché coinvolto con la Resistenza. Nella Roma del ’43 e ’44, si intrecciano le vicende di alcune persone, coinvolte nella Resistenza antinazista. Durante l’occupazione, don Pietro protegge i partigiani e, tra gli altri, offre asilo ad un ingegnere comunista: Manfredi. Nel frattempo, la popolana Pina, fidanzata con un tipografo impegnato nella Resistenza, viene uccisa a colpi di mitra sotto gli occhi del figlioletto mentre tenta d’impedire l’arresto del suo uomo, trascinato via su un camion. Poco più tardi, anche don Pietro e l’ingegnere vengono arrestati. Manfredi muore sotto le atroci torture inflittegli dai tedeschi per ottenere i nomi dei suoi compagni della Resistenza. La sorte di Don Pietro è la stessa: il sacerdote viene fucilato davanti ai bambini della propria parrocchia, tra i quali il figlio ormai orfano di Pina. Appuntamento ore 16,30 aula E.